A Villa Jamele il matrimonio è anche vegetariano

Un matrimonio vegetariano? E perché no? A Villa Jamele si può. Lo chef Peppe Zullo e il suo staff, su richiesta degli sposi, realizzano menù che mettono completamente da parte la carne e il pesce, per una giornata speciale e ugualmente gustosa. La cucina vegetariana ha molti pregi, non ultimo quello di far bene alla salute e di rappresentare un tocco in più di bellezza e originalità per un matrimonio totalmente eco sostenibile e con pietanze a km zero.

matrimonio vegetariano- orto Villa Jamelefiori borragine Villa Jameleborragine Villa Jamelefunghi cardoncelli Villa Jameleinsalata fave cacioricotta mosto cottofiori di zucca Villa Jamelefrutti di bosco nel bosco dei sapori perduti- Villa Jameletorta ricotta amarene Villa Jamele
UN’ESPLOSIONE DI GUSTI E DI COLORI

Il verde degli asparagi orsaresi, il bianco dei cavoli di Capitanata, il rosso di pomodori, peperoni, ciliege: i colori e i sapori di un matrimonio vegetariano non sono di certo meno intensi di quelli assicurati da un pranzo più tradizionale, anzi. E così i profumi: tartufi, funghi, i legumi che “sposano” la pasta di grano arso in un incontro di fragranze e autenticità. I menù vegetariani di Peppe Zullo e dei cuochi di Villa Jamele nascono in modo naturale, si nutrono di stagionalità e attingono direttamente agli oltre 30mila metri quadrati dell’Orto dei Sapori Perduti e del bosco attiguo. 

 

  
Nell’area boschiva della tenuta di Villa Jamele, a pochi passi dalle sale e dal castello, albergano più di 50 varietà di alberi da frutta, piante officinali, erbe spontanee e fiori commestibili: un vero e proprio giacimento di biodiversità. L’oasi è completata da un vigneto di circa 16mila piante. Sono decine le ricette saporite e piene di colore per antipasti, primi e secondi piatti, dolci appetitosi che fanno a meno della carne e del pesce, altro che insalatine! A Villa Jamele si può. Golosamente, con grande originalità.